FANDOM






"Quella sera a Bagnara" si riferisce a una serata pregna di spirito Asfaärti a cui parteciparano D, Z, X, C e #. La serata è principalmente ricordata sia per lo spirito nonsense del recarsi a Bagnara Calabra di notte e senza un preciso motivo, ma anche per i notevoli danni, prevalentemente causati da D. Tra i vari attentati all'incolumità dei protagonisti ricordiamo in particolare il capezzolo di Leo ferito a morsi, la testa di C che impattò contro un sasso scagliato da D e la successiva rottura della cover del suo telefono.

Preludio

La tragedia ebbe inizio al Wallace, quando D ordinò una limonata contenente alcol etilico in tracce e in seguito smezzò un drink chiamato "ira di Dio" con X (drink rivelatosi pessimo, al sapore di arancia). L'alcol salì di lì a poco e già alla discesa davanti al Palazzo della Regione si ebbe il primo "san porco dio da cazzo", segno di euforia da parte di D. Nel passaggio lungo la Via Marina è importante ricordare quando D abbassò il finestrino ed urlò un "porcoddio ragazze" ad un gruppo di giovani attraenti, per poi richiuderlo con calma serafica. Durante la tratta in autostrada si rammentano i tentativi di D di salire sul tettuccio della macchina.